Impara a riprodurre il rosmarino solo con un rametto e acqua

Impara a riprodurre il rosmarino solo con un rametto e acqua

Il rosmarino è una pianta aromatica molto grande dal sapore e aroma delizioso che viene utilizzata per molte cose come la preparazione di pasti e infusi vari.

È una pianta originaria del Mediterraneo che è riconosciuta come arbusto ed è ampiamente utilizzata anche come pianta medicinale, per produrre prodotti per l’igiene e la bellezza. È anche una pianta esteticamente molto bella che puoi avere in casa e nell’articolo di oggi ti insegneremo come riprodurla per metterla in acqua.

riproduzione del rosmarino

Per poter fare una talea di un rosmarino ci serve solo un rosmarino già adulto, e il periodo migliore per farlo è l’autunno o la fine dell’estate. 

Avrai bisogno di: 

  • 1 vasetto di vetro
  • Acqua
  • rosmarino adulto
  • Forbici o coltello

Passo 1:

  • Dobbiamo trovare un ramo del cespuglio di rosmarino con il gambo verde e tagliarlo in diagonale. Il ramo che tagliamo deve essere lungo almeno 15 cm.

Passo 2:

  • Quindi dobbiamo mettere il rametto di rosmarino che abbiamo ottenuto in un barattolo di vetro riempito d’acqua.

Passaggio 3:

  • Dobbiamo togliere le foglie dal ramo di rosmarino e lasciarlo riposare nel barattolo di vetro con acqua per una notte intera.

Passaggio 4:

  • Il barattolo di vetro con il ramo di rosmarino dovrebbe essere vicino a una finestra e se l’acqua finisce dovresti riempirlo.

Passaggio 5:

  • Dopo una settimana, il ramo dovrebbe essere fiorente. Potresti non notare ancora molti cambiamenti.

Passaggio 6:

  • Dopo 3 settimane inizierà a radicare a poco a poco e forse inizierà a germogliare. Questo processo potrebbe richiedere un po’ più di tempo.

Passaggio 7:

  • Quando le radici raggiungeranno circa 15 cm, sarà il momento di trapiantarla in un vaso interrato e lasciarla crescere sana.

Passaggio 8:

  • Per metterlo nel terreno devi fare un buco nel terreno e metterci le radici. Se il terreno copre le sue foglie, rimuovile in modo che possa crescere meglio.

Come prendersi cura del rosmarino?

Il rosmarino, come abbiamo visto prima, è un arbusto dalle grandi proprietà medicinali e nutritive. Ecco perché è così vantaggioso averlo nelle nostre case.

1.- Luce

La luce ideale per il nostro cespuglio di rosmarino è la luce diretta purché non siano troppe ore. Sebbene il rosmarino necessiti di una grande quantità di luce, in estate va protetto un po’ di più, poiché il sole, se gli viene dato per molte ore di seguito, può bruciarne le foglie. In questi casi puoi posizionare una mezza ombra o spostare il cespuglio.

2.- Irrigazione

Per quanto riguarda l’irrigazione, il rosmarino non necessita di grandi quantità d’acqua perché è abituato ad avere periodi di siccità e altri periodi di pioggia. Quindi regolando l’umidità e annaffiando in modo che non si allaghi e il terreno non si crepi mai per la siccità, sarà perfettamente fine.

3.- Temperatura

Il rosmarino richiede una temperatura calda e temperata sebbene abbia una buona tolleranza alle temperature sempre più fredde. Devi prendertene cura dalle temperature gelide e dagli sbalzi di temperatura.

4.- Poda

La potatura del cespuglio di rosmarino è importante, poiché le sue foglie e i suoi fiori tendono a seccarsi , ed è necessario che abbia una crescita sana, cosa che possiamo fare frequentemente.

5.- Substrato

Questo arbusto ha bisogno che una volta all’anno, in primavera o in autunno, mettiamo su di esso della materia organica (che sia humus di lombrico o un altro tipo di fertilizzante organico).

6.- Spazio

Se avete il rosmarino nel terreno non avrete nessun problema, ma se avete il rosmarino in una pentola, sarà necessario che lo spazio sottostante sia profondo almeno 40 cm , poiché le radici sono solitamente molto lunghe. Ciò consentirà una crescita sana e forte.

7.- Vendemmia

Per raccogliere questa pianta aromatica è necessario tagliare dei piccoli rami.  Puoi anche usare quelli che stanno iniziando a seccarsi o quelli più freschi . Puoi metterli ad asciugare e usarli come condimento secco o gettarli in una ricetta o in una maschera per capelli o viso.

Se ti piacciono i nostri contenuti condividili

Hit enter to search or ESC to close.