Come rimuovere l’umidità dalle pareti in modo che non ritorni mai più

Come rimuovere l’umidità dalle pareti in modo che non ritorni mai più

Sicuramente l’umidità e la muffa sui muri di casa ci avranno colpito ad un certo punto della nostra vita, ma possiamo pensare che non sia così grave da invadere un certo ambiente della nostra casa . Ma lungi dal pensare così, ogni caso è diverso e va valutato con l’aiuto di un professionista .

 

Tieni presente che la maggior parte delle case sono costruite con una struttura di fondazione a diretto contatto con il terreno , quindi l’umidità è sempre presente . Succede che nel tempo le pareti in muratura assorbano l’umidità che sale attraverso le pareti formando muffe .

Generalmente, quando osserviamo il problema nelle pareti , agiamo subito con la pulizia e la tinteggiatura per lasciarla come nuova . La realtà però è che con i mesi e gli anni l’ umidità ritorna, rovinando gli ambienti della casa .

1. Talco per rimuovere l’umidità

Indubbiamente il borotalco è un fedele alleato quando si tratta di combattere l’umidità . Pensa a come un po’ di borotalco rimuove l’umidità dalle pantofole o dalle scarpe, perché allo stesso modo può aiutare a combattere la muffa sui muri .

Devi semplicemente cospargere il talco sul muro e poi strofinarlo con un panno in modo che penetri . Ripetere il processo più volte per renderlo più efficace fino a quando tutte le tracce di umidità non vengono rimosse.

2. Rimuovere la muffa con la candeggina

In questo caso la soluzione è palliativa, perché con questo metodo la muffa sarà completamente eliminata , ma l’umidità continuerà all’interno delle pareti .

  • Mescoliamo una parte di candeggina con una parte di acqua, quindi la aggiungiamo a un flacone spray, assicurandoci anche di indossare guanti di gomma, occhiali protettivi e una maschera. Infine, prendiamo un pennello, nebulizziamo e strofiniamo energicamente.
  • Bisogna avere pazienza perché ci vorrà del tempo, bisogna farlo un po’ ogni giorno o settimana, perché l’odore è molto forte e può provocare anche vertigini. Un’altra misura che dobbiamo prendere è farlo senza altre persone intorno e in un ambiente molto ventilato.
  • Una raccomandazione importante, se utilizziamo la candeggina al cloro su pareti colorate, sbiadirà. Pertanto, è un consiglio soprattutto per pareti e superfici bianche.

3. Rimuovere la muffa con acqua ossigenata

Un’altra alternativa che può aiutare a rimuovere la muffa è il perossido di idrogeno , ma è meglio usarlo sulle macchie più piccole , poiché richiede un po’ più di lavoro.

  • Basta immergere un panno in acqua ossigenata, applicarlo sullo stampo da inumidire e lasciarlo agire per 15 minuti. Quindi strofiniamo bene fino a quando non esce.
  • Questo prodotto richiede anche di indossare guanti e una maschera protettiva e fare attenzione a ventilare l’ambiente.
  • Non consentire ai bambini di accedere alla stanza durante la procedura.

4. Rimuovere lo stampo con acqua, aceto e alcol

Per un mix più fatto in casa che non scolorisca il muro , c’è un metodo più semplice.

  • Puoi mescolare acqua tiepida con 1 tazza di aceto e 1 tazza di alcol denaturato. Insieme e ben miscelati ammorbidiranno la muffa rimuovendo la macchia.

5. Elimina l’umidità correggendo la struttura

Se vuoi sbarazzarti dell’umidità e della muffa nella tua casa per sempre, dovrai cercare altre soluzioni . Per questo è fondamentale avere la consulenza di un professionista, che valuterà la struttura della casa e ci aiuterà a determinare la soluzione migliore .

  • Una volta determinata la causa, arriverà la soluzione, generalmente consiste nel rimuovere il cast corrente e rifarlo. In questo caso, nella nuova miscela di gesso verrà utilizzato un liquido impermeabilizzante.
  • In alcuni casi, se il problema viene dal basso, potrebbe essere necessario rompere il primo m di muro e rifare quella parte con l’aggiunta di un materassino impermeabilizzante.
  • Non c’è motivo di rompere l’intero muro, solo il fondo e poco a poco. Quando questa parte è protetta, la parte superiore non assorbirà più l’umidità che proviene dal terreno.

Altri metodi :

  • Il sale marino è molto efficace nel combattere l’umidità, poiché ha una funzione abbastanza simile al bicarbonato di sodio. Inoltre, è molto facile da usare, andrai a posizionare contenitori con sale marino o sale marino sui piedi o sulle mensole delle pareti e il gioco è fatto, comincerà ad assorbire tutta l’umidità a poco a poco.
  • Il bicarbonato  di sodio  può essere utilizzato anche allo stesso modo del sale marino, semplicemente posizionando dei contenitori vicino alla zona umida delle pareti e vedrai i risultati in pochissimo tempo.
  • L’ olio dell’albero del tè  è anche un ottimo trucco per sbarazzarsi delle pareti umide. Per questo, mescola semplicemente 2 cucchiai di questo olio con 2 tazze, integrando bene, e poi applicalo sulle zone umide.

Se ti piacciono i nostri contenuti condividili

Hit enter to search or ESC to close.