Se neanche a te piace lo spreco, ti farà sicuramente piacere che è possibile preparare delle profumatissime candele usando l’olio da cucina riciclato. Si tratta di una ricetta semplice ed ecologica che ci eviterà di dover gettare via l’olio usato in cucina.

Si stima che un litro di olio può inquinare un milione di litri d’acqua. Inoltre, c’è chi ha la sbagliatissima abitudine di gettare l’olio usato nello scarico del lavandino, molte volte otturandolo.

Di seguito ti spieghiamo come preparare le candele con l’olio da cucina riciclato. Comincia col procurarti i seguenti ingredienti:

  • 4 bicchieri di vetro piccoli (di circa 6 centimetri)
  • 400 grammi di olio riciclato
  • 85 grammi di cera di soia a basso punto di fusione
  • 2 metri di filo di cotone (per fare lo stoppino della candela)
  • 15 gocce di olio essenziale di caffè

Prepara l’olio riciclato facendolo raffreddare completamente. Dopo circa 4-5 ore, l’olio si sarà separato dai residui di cibo. Scolalo bene e mettilo da parte.

Taglia dei pezzetti di filo alla misura dei bicchieri, lasciando un paio di centimetri in più. Sciogli la cera di soia a bagnomaria e, una volta fatta raggiungere la forma liquida, immergici i fili di cotone e mettili nel recipiente di vetro. Puoi usare dei paletti di legno per fissare lo stoppino.

In un altro recipiente metti a bagnomaria l’olio, la cera liquida e l’olio essenziale di caffè. Mescola bene fino ad ottenere un composto ben uniforme.

Facendo molta attenzione a non scottarti e a non muovere lo stoppino della candela, versa il composto nei bicchieri di vetro.

Lascia solidificare per qualche ora. Puoi decorare il bicchiere di vetro con dei chicchi di caffè o altri elementi.

Ora che sai come preparare delle candele con l’olio da cucina riciclato, prova subito per avere una casa profumatissima e salvare l’ambiente.