L’alito cattivo è quasi sempre associato ad una scarsa igiene della bocca. Tuttavia, esistono altri fattori che possono causare l’alito cattivo e tra questi troviamo anche i tonsilloliti, ossia calcoli alle tonsille.

Si tratta di piccoli calcoli biancastri, che possono causare difficoltà nella deglutizione solo quando sono molto grandi.

tonsilloliti sono dei calcoli maleodoranti dal colore bianco o giallo, che si formano per via dell’accumulo di particelle di cibo, batteri e muco tra le cavità delle tonsille. Questi residui si calcificano e si solidificano, trasformandosi in tonsilloliti.

Aprendo la bocca è possibile vedere due ghiandole (tonsille) nella parte posteriore della gola. Esse fanno parte del sistema immunitario e agiscono come filtro per batteri e virus. Inoltre, le tonsille producono globuli bianchi e anticorpi.

A volte è necessaria un’operazione chirurgica per eliminare i tonsilloliti. Di seguito ti suggeriamo alcuni metodi per cercare di eliminarli in modo naturale.

È possibile, facendo molta attenzione, provare ad eliminare i tonsilloliti con un semplice cotton fioc. Inumidisci la punta del cotton fioc, facendo molta attenzione a non toccarla con le mani e a non poggiarla su nessuna superficie, per evitare di portare batteri in bocca.

Assicurati di non effettuare troppa forza, per evitare lesioni e sanguinamento.

Risciacqua la bocca per assicurarti di eliminare i tonsilloliti, soprattutto se la saliva sembra appiccicosa.

Effettua dei gargarismi con un collutorio senza alcol subito dopo aver lavato i denti. Aiuterà ad eliminare i residui di cibo che si depositano nelle cavità delle tonsille.