Il girovita è una delle aree del corpo sulle quali si accumula più grasso, e anche tra le più importanti per poter avere una figura snella e lineare. In questo articolo ti spieghiamo come snellire il girovita senza fare esercizi addominali o altro tipo di esercizi.

Tutti i corpi sono diversi tra loro, ma ciascuno di essi merita amore e rispetto. È la prima cosa di cui tenere conto quando ci sentiamo assalite da insicurezza comparando il nostro corpo a quello delle modelle su Instagram o altri social media.

La prima cosa da fare è rivedere il quadro interno e pensare a quali abitudini posssono essere modificate non solo per snellire il girovita, ma anche per condurre uno stile di vita più sano.

Usa una fascia dimagrante

Può sembrare la risposta più ovvia, eppure può essere di grande aiuto. Partendo dal presupposto che le fasce addominali, a differenza di quanto spesso viene detto nelle loro pubblicità, non rafforzano i muscoli e non bruciano grasso.

Tuttavia, possono essere eccellenti alleate per occasioni speciali, quando magari si vuole indossare un vestito specifico, per modellare la figura. Ovviamente, le fasce vanno usate con moderazione ed è importante scegliere quella che meglio si adatta al nostro corpo, scegliendo una giusta taglia per evitare rischi come reflusso, eccesso di gas o dolore addominale.

Pantaloni a vita alta

I jeans sui fianchi sono fuori moda già da un bel po’, e sono dei nemici della nostra figura. Al contrario, i pantaloni a vita alta aiutano a stilizzare la nostra figura, “incorniciando” la vita e convertendosi negli alleati perfetti del nostro look.

È molto importate scegliere la taglia giusta: dei pantaloni troppo stretti possono avere l’effetto contrario e provocare fastidio.

Usa la cintura

Per snellire e stilizzare il girovita è una buona idea usare le cinture. Scegli quella che più ti piace o si addice al tuo look, per creare un effetto visivo capace di “nascondere” un girovita troppo largo.

Impara a gestire lo stress

Lo stress è causa di condizioni come colite nervosa e sindrome dell’intestino irritabile, entrambi associate a dolore e gonfiore addominale.

Se soffri di questi sintomi, recati da un medico per una diagnosi e un trattamento adeguato.

Riduci il consumo di latticini

Una delle cause più frequenti dell’infiammazione addominale è l’intolleranza al lattosio. È accompagnata da sintomi cole coliche addominali, diarrea, gas e infiammazione da 30 minuti a circa 2 ore dopo il consumo di latticini.

Aumenta il consumo di bevande naturali

Frullati, succhi e tisane possono aiutare ad alleviare l’infiammazione addominale, grazie ai loro ingredienti. In alcuni casi possono addirittura combattere la stitichezza e collaborare nella combustione del grasso.

Bevi molta acqua

L’acqua è fondamentale per bruciare grasso e perdere peso. Essere ben idratati è la chiave per prevenire la stitichezza e la conseguente infiammazione.

Secondo degli studi, bere acqua può aumentare il dispendio energetico attraverso la termogenesi, cioè la produzione di calorie mediante reazioni metaboliche che accelerano il metabolismo basale. In tal senso, bere mezzo litro di acqua può aiutare ad accelerare il metabolismo del 30% circa 10 minuti dopo averla bevuta.

Ovviamente, il tutto va abbinato ad una attività fisica regolare e costante. Tuttavia, non tutti possono fare degli esercizi addominali mirati, ed è per questo che è importante sapere quali sono quei cambiamenti al proprio stile di vita che possono aiutare a snellire il girovita e migliorare la nostra salute generale.