Se hai un cane a casa sai bene che, a volte, neanche la candeggina o il detersivo per i pavimenti bastano ad eliminare il cattivo odore della sua urina. Sembra proprio che pavimento, muri o divano si impregnino della puzza.

La pipì dei cani contiene molto azoto, la cui concentrazione dipende dall’età, dal sesso e dall’alimentazione del cane. Ad esempio, le femmine tendono a macchiare di più, così come i cani che hanno una alimentazione ricca di proteine.

Per neutralizzare il cattivo odore dell’urina dei cani si può ricorrere ad un vecchio trucco: diluire un po’ di succo di pomodoro nell’acqua da bere del cane, poiché questa bevanda annulla i nitrati dell’urina.

Se non riesci ad eliminare il cattivo odore della pipì del tuo cane, è possibile che ti stia commettendo uno dei seguenti tre errori.

Non tratti ciascuna macchia in modo diverso

Una macchia su un pavimento di cemento non va trattata come quella su un divano. Se la pipì è su una superficie di tessuto, la prima cosa da fare è mettere della carta assorbente per eliminare l’eccesso di umidità. Poi spargi uno strato leggero di bicarbonato e fai riposare per tutta la notte. Il giorno dopo passa l’aspirapolvere per eliminare tutti i residui.

Usi detersivi aromatizzati

Coprire la puzza non la elimina. Prima di usare un detersivo o un altro prodotto aromatizzato, cerca di eliminare la pipì. Applica sulla macchia una soluzione composta da due parti uguali di aceto e acqua. Strofina e lascia agire per 10-15 minuti. Infine, passa un panno pulito e quindi un altro imbevuto di detersivo.

Usare il disinfettante sbagliato

Spesso per eliminare i cattivi odori e le macchie si ricorre all’ammoniaca, ma ciò può paradossalmente peggiorare la puzza. Meglio usare acqua, detersivo e qualche goccia di candeggina.

Per ridurre la puzza il più possibile è bene eliminare la macchia il prima possibile, soprattutto durante l’estate.